Precauzioni da prendere prima di navigare


In questa pagina vorrei consigliare alcuni accorgimenti da prendere prima di affrontare viaggi in navi,traghetti o mezzi di trasporto marini.
Allora premetto che ormai la maggior parte delle navi e imbarcazioni hanno mezzi sofisticatissimi ed è molto difficile andare incontro ad incidenti gravi ecc ecc.
Comunque lo scopo di questa breve guida è quella di consigliare tutti gli accorgimenti utili,in modo che si diminuisce il rischio di inconvenienti durante un viaggio marittimo.
Quindi prima di imbaccarsi in una crociera o in un viaggi marittimo i passi da fare sono due:

  • Primo passo
  • Il primo “trucco”da apprendere è quello di capire “la Scala Beaufort della forza del vento”.
    Questa scala per la misurazione del vento,fu inventata dall’esploratore britannico Sir Francis Beaufort .
    La scala dei venti è suddivisa in dodici gradi d’intensità, essa descrive la velocità del vento in base agli effetti che lo stesso produce sia sulla superficie del mare, sia sui corpi natanti,
    è una misura empirica dell’intensità del vento basata sullo stato del mare (ci si riferisce al mare aperto, a grande distanza dalle coste) o le condizioni delle onde.
    Questa scala dei venti viene usata come sistema di valutazione per quantificare il vento in mare ed ha validità internazionale dal 1º gennaio 1949.
    Un grado Beaufort corrisponde alla velocità media di un vento di dieci minuti di durata.
    La scala di Beaufort la illustrerò nella tabella seguente e descrive la velocità del vento e gli effetti che produce sul mare e sulla terra.
    Ecco la foto della tabella:

    Se questa foto non vi è chiara,potete approfondire cliccando su questo link di wikipedia dove ci sarà questa tabella accompagnata dalle foto del mare.

  • Secondo passo
  • La seconda cosa da fare,dopo aver consultato la Scala Beaufort della forza del vento ,è quella di andare su questo sito dell’aereonautica militare e cercare nella sezione “AVVISI ED EMERGENZE”se c’è qualche avviso riguardo alle condizioni dei mari.
    A questo punto se c’è un avviso,individuare sulla cartina se è interessato il tratto di mare che si deve navigare e se possibile rimandare il viaggio.

  • ESEMPIO
  • Qualcuno si potrà domandare che c’entra La scala di Beaufort con tutto questo?
    Invece c’entra e come!!!
    Ipotizziamo che una persona prima di prendere un traghetto da Civitavecchia a Barcellona va sul sito dell’aereonautica militare e trova un avviso di tempesta (con il mare a forza 10) presso il canale di sardegna,a questo punto può andare a consultare La scala di Beaufort e vedere la descrizione del mare a forza 10( se si clicca su questo link c’è la foto del mare in tempesta cosi si ci può fare un idea).
    A questo punto se magari si soffre di mal di mare e si può rimandare il viaggio perchè non farlo?
    C’è da dire che ormai le navi sono attrezzate per superare anche le tempeste più terribili,quindi non si corrono gravi pericoli.
    Però per esperienza personale posso dire che il mare a forza nove,specie se si naviga con piccoli traghetti è veramente fastidioso.
    Per completare ecco una cartina con i mari Italiani:

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...