Viaggiare in aereo,sicurezza e Aviofobia

  • Le statistiche
  • Attualmente il numero di incidenti catastrofici annuali nel mondo, per l’aviazione commerciale, è dell’ordine di 25, cui corrisponde all’incirca un migliaio di vittime.
    Per l’esattezza, nel 2005 sono state 1.454 le vittime di incidenti aerei civili, con un aumento addirittura del 90% rispetto al 2004 (registro degli incidenti aeronautici, sede a Ginevra): si tratta del numero di vittime più alto degli ultimi anni dopo il 2001 (anno nel quale si verificarono gli attentati dell’11 settembre).
    Sempre nel 2005 sono state accertate 174 sciagure aeree, con un incremento del 9% rispetto al 2004: la maggior parte degli incidenti (circa il 29% del totale) si è verificata nel Nord America, seguono l’Asia (18%), l’Africa (17%), il Sudamerica (16%), l’Europa (11%), il Centro America (il 6%) e l’Oceania (2%).
    Un’accurata ricerca sugli incidenti avvenuti nel mondo tra il 1988 e il 1994 ha evidenziato che le fasi di discesa e di avvicinamento all’atterraggio costituiscono il 70% dei casi e che il 75% dei velivoli incidentati e dei quali si conoscono i dati era privo di un sistema di avviso di prossimità del suolo (GPWS).
    Gli incidenti aerei sono suddivisi in vari tipi a seconda delle cause che li originano o della fase di volo nella quale avvengono e ciascuno di questi tipi ha una diversa influenza sul numero totale di incidenti: quelli di tipo CFIT (Controlled Flight Into Terrain) risultano essere i più numerosi tra le varie tipologie di incidente.
    Oltre il cinquanta per cento delle inchieste tecniche aperte ogni anno dall’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) riguarda incidenti o mancati incidenti occorsi ad aeromobili dell’aviazione turistico sportiva operanti secondo le regole del volo a vista (VFR).
    La pura statistica, comunque, dice che un passeggero che effettui un volo al giorno può continuare a volare per 5000 anni senza essere coinvolto in un incidente letale. Se però il livello di sicurezza rimane quello attuale, la prevista crescita del numero dei voli ha portato a calcolare per i prossimi anni un corrispondente aumento del numero degli incidenti fatali, che arriverebbero a circa 4 disastri al mese.
    Proprio la grande diffusione dell’utilizzo del mezzo aereo (un tempo riservato per lo più ai viaggi d’affari) ha già fatto crescere l’incidenza dei bambini sul totale delle vittime, come dimostrato dall’incidente aereo in Ucraina del 22 agosto 2006.

  • Incidenti aerei

  • Di seguito elencherò la lista di incidenti di aerei di trasporto pubblico passeggeri,degli ultimi 3 anni, raggruppata in base all’anno nel quale l’incidente è avvenuto.
    Questo elenco di incidenti ha lo scopo di far capire che questi tragichi eventi sono pochissimi rispetto agli aerei che volano ogni giorno,quindi l’aereo è un mezzo molto molto sicuro.

    Incidenti aerei del 2009

    15 gennaio – il Volo US Airways 1549, un Airbus A320 atterra sull’acqua del fiume Hudson poco dopo esser decollato dall’aeroporto LaGuardia di New York dopo la rottura dei motori dovuta ad un bird strike: tutte le persone a bordo riescono a mettersi in salvo.
    7 febbraio – un Embraer EMB 110 della compagnia Manaus Aerotáxi si schianta vicino Santo António, Brasile uccidendo 24 dei 28 a bordo.
    12 febbraio – il Volo Colgan Air 3407, un Bombardier Dash 8 Q400 in rotta da Newark nel New Jersey a New York si schianta contro un’abitazione a Clarence, provocando la morte dei 49 a bordo insieme ad una persona a terra.
    25 febbraio – il Volo Turkish Airlines 1951, un Boeing 737-800 in volo dall’aeroporto di Atatürk in Istanbul all’aeroporto di Schiphol di Amsterdam si schianta in un campo nell’approccio finale; dei 127 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio, in nove rimangono uccisi e 85 feriti.
    23 marzo – il Volo FedEx Express 80, un McDonnell Douglas MD-11 partito da Guangzhou, Cina si schianta all’aeroporto Internazionale di Tokyo, Giappone; il capitano ed il co-pilota rimangono uccisi.
    1 giugno– il Volo Air France 447, un Airbus A330-200 in volo da Rio de Janeiro, Brasile a Parigi, Francia, precipita nell’Oceano Atlantico uccidendo tutti i 228 occupanti, inclusi i 12 del personale di bordo; i corpi e i resti del velivolo vengono ritrovati solo alcuni giorni dopo.
    30 giugno – il Volo Yemenia 626, un Airbus A310-300 in volo da Sana’a, Yemen a Moroni, Comore, si schianta nell’Oceano Indiano con 153 persone a bordo; una bambina di 12 anni risulta l’unica sopravvissuta.
    15 luglio – il Volo Caspian Airlines 7908, un Tupolev Tu-154, si schianta 16 minuti dopo il decollo vicino a Qazvin, Iran, uccidendo i 153 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio.
    24 luglio– il Volo Aria Air 1525, un Ilyushin Il-62, scivola fuori da una pista in Iran, uccidendo almeno 17 persone con 136 sopravvissuti.
    2 agosto – il Volo Merpati Nusantara Airlines 9760, un de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter impatta contro una montagna in Indonesia, uccidendo i 13 passeggeri e 3 membri dell’equipaggio.
    4 agosto – il Volo Bangkok Airways 266, un ATR 72-200 con 68 passeggeri si schianta in cattive condizioni meteorologiche durante l’atterraggio all’aeroporto di Samui in Thailandia, provocando la morte di una persona e il ferimento di altre 37.
    11 agosto – il Volo Airlines PNG 4684, un de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter con 11 passeggeri e 2 membri dell’equipaggio si schianta contro una montagna in Papa Nuova Guinea; tutte le persone a bordo periscono nell’incidente.
    9 settembre – il Volo Aeroméxico 576, un Boeing 737-800 con 104 passeggeri a bordo, viene dirottato sulla rotta da Cancún a Città del Messico; dopo l’atterraggio all’aeroporto Internazionale di Città del Messico, l’aereo viene assaltato da forze speciali; 5 persone vengono arrestate e nessuno rimane ferito.
    21 ottobre – il Volo Azza Transport 2241, un Boeing 707-330C, si schianta al decollo dall’Aeroporto Internazionale di Sharjah, Emirati Arabi Uniti; tutti i 6 membri dell’equipaggio rimangono uccisi.
    25 dicembre – il Volo Northwest Airlines 253, un Airbus A330-200 è bersaglio di un attacco di un uomo con un ordigno esplosivo, che causa solo un piccolo incendio estinto da una hostess; l’uomo viene fermato da alcuni passeggeri: 3 persone rimangono ferite.

    Incidenti aerei del 2010

    25 gennaio –il Volo Ethiopian Airlines 409, un Boeing 737-800, si schianta nel mar Mediterraneo poco dopo il decollo dall’aeroporto Internazionale di Beirut; l’aereo era diretto alla capitale etiope, Addis Abeba; tutte le 90 persone a bordo rimangono uccise.
    10 aprile – un Tupolev Tu-154 precipita in fase di atterraggio nei pressi dell’aeroporto militare di Smolensk, Russia. Tutte morte le 96 persone a bordo, tra cui il presidente in carica della Polonia, Lech Kaczynski insieme alla moglie, molti ministri e uomini di stato polacco.
    12 maggio – il Volo Afriqiyah Airways 771, un Airbus A330, si schianta all’aeroporto Internazionale di Tripoli uccidendo 103 persone; l’unico sopravvissuto è un bambino olandese.
    15 maggio – un Antonov An-28 della Blue Wing Airlines si schianta a Poeketi, Suriname, poco dopo il decollo. Il contatto radio viene perso ed un altro aereo della stessa compagnia avvista i resti del velivolo: 6 passeggeri e 2 membri dell’equipaggio periscono.
    17 maggio – il Volo Pamir Airways 112, un Antonov An-24 con 38 passeggeri e 5 nel personale di bordo, scompare dai radar 10 minuti dopo il decollo da Kunduz, Afganistan. Nessuno risulta sopravvissuto quando i resti del velivolo vengono ritrovati giorni dopo.
    22 maggio – il Volo Air India Express 812, un Boeing 737, si schianta nell’atterraggio all’aeroporto Internazionale di Mangalore con 160 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio. Un totale di 158 persone rimangono uccisi con soli 8 sopravvissuti.
    28 luglio – il Volo Airblue 202, un Airbus A321, si schianta contro una colline a nord-est di Islamabad, apparentemente a causa del maltempo. Tutti i 146 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio rimangono uccisi. È il primo incidente mortale per un Airbus A321, e il peggior incidente aereo nella storia del Pakistan.
    16 agosto – il Volo Aires 8250, un Boeing 737-700, si spezza in tre dopo esser stato colpito da un fulmine durante l’atterraggio all’Aeroporto Gustavo Rojas Pinill, a San Andrés, in Colombia. Dei 125 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio, 2 passeggeri periscono e 113 rimangono feriti.
    24 agosto – il Volo Henan Airlines 8387, un Embraer E-190, oltrepassa il termine della pista e si schianta all’Aeroporto di Lindu, nello Yichun (Cina del nord-est), causando 43 morti fra i 91 passeggeri e 5 dell’equipaggio.
    13 settembre – il Volo Conviasa 2350, un ATR-42, si schianta poco prima dell’attarraggio a Ciudad Guayana, Venezuela, uccidendo 15 delle 51 persone a bordo.
    24 settembre: il volo IV 230, effettuato con l’Airbus A319 EI-EDM, proveniente da Roma e diretto a Palermo, con 143 passeggeri a bordo, è uscito fuori pista in fase di atterraggio ed in condizioni di maltempo causando il lieve ferimento di alcuni passeggeri.
    4 novembre – il Volo Aero Caribbean 883, un ATR 72, si schianta sull’isola di Cuba provocando la morte di tutte le 68 persone a bordo.

    Incidenti aerei del 2011

    9 gennaio – il Volo Iran Air 277, operato da un Boeing 727 della Iran Air, si schianta in fase di atterraggio, presumibilmente a causa delle avverse condizioni meteorologiche, presso l’aeroporto di Urmia, Iran. Dei 105 fra equipaggio e passeggeri 78 perdono la vita sul colpo.[2]
    4 aprile 2011 – incidente di Kinshasa: è di 32 morti il bilancio della sciagura aerea che ha colpito la missione Monusco delle Nazioni Unite nella Repubblica democratica del Congo. L’aereo, un Fokker 100 proveniente da Goma nell’est del paese, con a bordo una trentina di dipendenti Onu, si è schiantato a Kinshasa durante l’atterraggio, mentre sulla zona infuriava un temporale. A bordo c’erano 29 passeggeri e tre membri di equipaggio. Si tratta del primo incidente ad un aereo della missione dell’Onu in Congo dall’inizio del dispiegamento nel 1999.[3]
    7 maggio 2011 – incidente di Kaimana: un aereo con 25 persone a bordo, 21 passeggeri e 4 membri di equipaggio, precipita in mare nella remota provincia indonesiana della Papuasia Occidentale. Non ci sono sopravvissuti. Il velivolo, un MA-60 fabbricato in Cina, cade in mare a circa 500 metri dalla pista mentre era in fase di atterraggio all’aeroporto di Kaimana. L’aereo proveniva da Sorong, città a nord della provincia. Al momento dell’incidente le condizioni meteorologiche erano cattive con scarsissima visibilità.
    20 giugno – il Volo RusAir 243, operato da un Tupolev Tu-134, si schianta su di un’autostrada durante l’approccio finale, provocando la morte di 44 delle 52 persone a bordo.
    8 luglio – il Volo Hewa Bora Airways 952, operato da un Boeing 727, si schianta in fase di atterraggio all’aeroporto di Bangoka, nella Repubblica del Congo, provocando la morte di 74 persone.
    20 agosto – il Volo First Air 6560, un Boeing 737, precipita in fase di atterraggio a Resolute, Canada: muoiono dodici delle quindici persone a bordo.
    7 settembre – nell’incidente aereo della Lokomotiv Jaroslavl’ uno Yakovlev Yak-42 con a bordo l’intera squadra di hockey su ghiaccio del Lokomotiv Jaroslavl’ si schianta poco dopo il decollo; sopravvive solo un ingegnere di volo.
    Per vedere la lista degli incidenti più completa che va dal lontano 1922 ad oggi,si può consultare questa guida di wikipedia

  • Lista Nera aerei

  • In aeronautica, con blacklist si intende la lista che l’Unione Europea ha emesso elencando una serie di compagnie aeree extracomunitarie che non soddisfano determinati requisiti in materia di sicurezza.
    Questo elenco è basato su criteri comuni elaborati a livello comunitario. I vettori aerei che figurano sull’elenco comunitario sono oggetto di un divieto operativo su tutto il territorio della UE.
    Ecco il link che collega al sito dell’Ente Nazionale Per L’aviazione Civile dove si potrà trovare la lista nera degli aerei sempre aggiornata.

    Pagina successiva (aviofobia)

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...